Secondo voi da che guerra stanno scappando, sono giovani, tutti uomini e non sono deperiti, si crogiolano al sole consapevoli di vivere a sbaffo degli italiani, sono mantenuti , gli danno soldi vestiti telefoni e se la stanno godendo alla faccia delle famiglie italiane che vivono in mezzo alla strada

clandestini

clandestini

Secondo voi cosa sono? non sono profughi che scappano dalla guerra, alcuni hanno dichiarato che sono qui perchè qui possono fare la bella vita, niente lavoro, case gratis e soldi ogni giorno, per adesso all’aera Expo sono arrivati dei pulman con un centinaio di questi clandestini, presto il numero si alzerò a dismisura, altri barconi con una previsione di 500000 mila persone sono le previsioni degli sbarchi che avverranno nei prossimi giorni.

Dopo la strage di Bruxelle chiedono la chiusura delle frontiere e l’espulsione immediata dei non diritti all’asilo, Renzi ha detto” NO “tutti i componenti del partito democratico sono anti italiani e lo stanno dimostrando, li difendono ,li vogliono, e vogliono spendere soldi pubblici per costruire tante moschee.

I primi cento profughi sono arrivati ieri nel nuovo centro d’accoglienza dell’ex campo base di Expo, dove la prefettura ha deciso di ospitare i migranti in arrivo dal sud Italia, spediti a Milano con i pullman organizzati dal Viminale. Il piano di accoglienza doveva restare segreto, ma il Governatore lombardo Roberto Maroni ha anticipato quel che la Prefettura stava preparando da qualche giorno, con massimo riserbo proprio per evitare polemiche politiche. Il nuovo centro di prima accoglienza per richiedenti asilo è sull’area del campo base di Expo, con 500 posti letto in casette prefabbricate e una mensa subito attiva. L’area è rimasta inutilizzata dopo l’esposizione universale, ma da subito era attivabile. La Croce Rossa è stata scelta per la gestione della struttura, dato che già gestisce il campo di Bresso, dove la prefettura ospita altri 300 profughi a rotazione, a seconda degli arrivi.

Il governatore Maroni ha replicato a stretto giro: “Credo che sia un errore. Prendo atto di questa decisione, non ho alcun potere per impedirla, ma ho fatto presente la mia totale contrarietà. So di una lettera che sarebbe stata mandata alla società Expo, nella quale si dice che in merito ci sarebbe stato un accordo con l’ex commissario Giuseppe Sala. Se così fosse, sarebbe ancora più grave, perché lui non poteva decidere senza coinvolgere il Consiglio di amministrazione e, vista la delicatezza della questione, senza informare il presidente della Regione. Mi riservo comunque di fare gli approfondimenti necessari, ma soprattutto confermo la mia totale contrarietà a questo insediamento”.