Ladri rom arrestati e subito rilasciati

Ladri rom arrestati e subito rilasciati, guardate come reagiscono

Ragazzi rom

rom

ladri rom Una banda di quattro ragazzini rom ha sradicato un tombino poi l’ha scagliato contro la vetrina di un negozio per rubare due iPhone.

Catturati poco dopo hanno festeggiato l’arresto con uno scatto in caserma. Pollici alzati e sorrisi dopo essere stati lasciati in libertà.

La gang, nel cuore della notte, ha notato due smartphone di ultima generazione esposti nella vetrina di una negozio di telefonia, in pieno corso Fogazzaro a Vicenza. Hanno pensato di rubarli, così hanno strappato da terra un tombino e l’hanno gettato contro il vetro che proteggeva gli iPhone, mandandola in frantumi. La banda formata da quattro ragazzini di origine nomade, composta da anche da una ragazza, e in cui il più grande ha solo 15 anni, è stata fermata poco lontano dal luogo del furto.

Condotti in caserma dalla forze dell’ordine, hanno deciso di immortale il momento. Pollice alzato e sorriso smagliante: in posa per la fotoricordo. Nessuna paura della polizia e della galera, sapevano che nessuno gli avrebbe potuto fare nulla. E così è stato: tutti rimessi inlibertà e riaccompagnati a casa. La ragazza è stato riportata alla casa-comunità dalla quale era fuggita.

Pochi giorni fa avevano arrestato una Rom che aveva rubato, rilasciata perchè è una mamma, si è fatta immortalare schernendo i poliziotti con il segno della vittoria e ridendo prendendoli anche in giro.

La nostra giustizia ha molte falle, non esiste la certezza della pena e queste persone si sentono in dovere di rubare tanto lo sanno che non li arrestano, ma dov’è la giustizia, poetano via i bambini agli italiani perchè poveri, perchè a loro che insegnano ai lori figli fin da piccoli l’arte della criminalità non gli fanno niente?, sempre più stranieri vengono in Italia solo per delinquere consapevoli di farla sempre franca, l’Italia si deve svegliare.