Donna da alla luce un bimbo elefante

Donna da alla luce un bimbo elefante

Mazzara del Vallo: Donna da alla Luce “bambino-elefante”.

 

È successo a Mazzara del Vallo, circa due settimane fa, ma la cosa è rimasta taciuta fino ad adesso. Una donna, di 32 anni, ha dato alla luce un vero e proprio bambino elefante! Il bambino infatti presenta caratteristiche sia umane che animali, e anche i medici sono sconcertati.

L’unica malattia simile conosciuta è detta elefantismo, e presenta dei rigonfiamenti abnormi e anormali degli arti inferiori, mentre come ci mostra questa foto, il bambino ha la forma esatta di un elefante, con una pelle da uomo, e una piccola proboscide. La nascita ha lasciato di stucco la comunità scientifica, che non riesce a capire quali tipi di malformazioni possano fornire le caratteristiche fisiche di un elefante.

Nel frattempo le foto,che velocemente stanno facendo il giro del web, hanno appassionato la comunità Hindi italiana, che ritiene che questo bambino si la reincarnazione della loro divinità, e quindi hanno intrapreso un pellegrinaggio verso Mazzara del Vallo.

I medici sono comunque allarmati perché devono capire adesso se le malformazioni del bambino siano solo a livello osseo, o se interessino anche gli organi interni  e in che misura.

Non è la prima volta che nascono bambini malformati, ma mai si era visto nulla del genere!

“Ci stiamo evolvendo!” sostengono alcuni genetisti italiani, che sono convinti che l’uomo pian piano sta modificando le proprie caratteristiche. Nel frattempo non ci resta che ammirare una vera e propria meraviglia della natura, augurando il meglio al piccolo e alla sua famiglia.

Grande preoccupazione tra la comunità medica, stando alle ultime ricerche questa malformazione è il risultato di anni e anni in cui le nostre terre sono stat tempestate da radiazioni, onde elettromagnetiche, scie chimiche e scorie radioattive disperse nei terreni e nelle acque. La notizia volutamente taciuta dai media si sta pian piano diffondendo, è ora di ribellarci,  non possiamo stare in silenzio davanti a quello che potrebbe essere l’inizio di un era, dove le malattie genetiche saranno in continuo aumento e incontrollabili.