CARLA CAIAZZO TORNA A RESPIRARE DA SOLA GRAN BELLA NOTIZIA

CARLA CAIAZZO TORNA A RESPIRARE DA SOLA GRAN BELLA NOTIZIA PER I FAMIGLIARI CHE SONO PIU’ SOLLEVATI

CARLA CAIAZZO TORNA A RESPIRARE DA SOLA , la donna  bruciata viva dal suo ex compagno e che è stata per due settimane a lottare tra la vita e la morte è tornata a respirare da sola con gran sollievo dei famigliari.

La donna ricoverata al Caldarelli è ancora in gravi condizioni e le sue condizioni di salute sono celate da uno stretto riserbo da parte dell’ospedale, Carla Ilenia Caiazzo è stata bruciata viva dal suo ex compagno quarantenne Paolo Pietropaolo, ricordiamo che al momento della tragedia Carla era incinta di 8 mesi, la bimba fatta nascere d’urgenza gode di ottima salute ma è sempre ricoverata nel reparto di terapia intensiva.

La bimba sta aspettando di essere affidata ai nonni materni in attesa che la sua mamma come tutti sperano si riprenda.

I medici hanno deciso di togliere il respiratore artificiale dopo averla fatta uscire dal coma indotto farmacologicamente, la donna però non è vigile e deve essere sempre sedata, ricordiamo che ha avuto ustioni gravissime sul 50 per cento del corpo e le sue condizioni rimangono in prognosi riservata.

Per lei sarà una terapia molto lunga e non potrà ritornare la donna che era una volta, tutti i famigliari e amici che si sono ritrovati per darsi conforto hanno solo un unica speranza, ” speriamo solo che Carla si riprenda presto e che torni a casa per accudire la sua bambina, vederla crescere perchè si sta perdendo i primi momenti di vita della figlia”.

Paolo Pietropaolo resta in carcere con l’accusa di tentato omicidio pluriaggravato, oltre alla condanna che gli verrà inflitta dovrà vedersela con la sua coscienza per il male che ha provocato alla donna che è stata la sua compagna per 20 anni e stava per mettere al mondo suo figlia.carla caiazzo paolo pietropaolo-2 (1)